Categoria

Varie

Settembre 4, 2021

Iphone 7 ricondizionato, ne vale la pena?

Se ti trovi a leggere questo articolo è perché molto probabilmente stai prendendo seriamente in considerazione la possibilità di acquistare il tuo iPhone 7 ricondizionato. Esistono tanti buoni motivi per farlo però, dal nostro punto di vista, ne esistono alcuni che prevalgono.

Desideri un iPhone però non puoi permetterti di acquistarne uno di ultima generazione. Però non ti fidi più di tanto nemmeno dell’usato. Ecco che opti per il ricondizionato. Ti offre come vantaggi più importanti il fatto di portarti a casa uno smartphone di casa Apple a un prezzo davvero competitivo e in ottime condizioni, con una garanzia di un anno!

Perché ricondizionato?

Forse desideri l’iPhone 7 perché di tutti i modelli usciti è quello che ti è piaciuto di più. O forse semplicemente perché analizzando tra i vari modelli ricondizionati ti è sembrato quello con il miglior rapporto qualità prezzo. In ogni caso, un telefono ricondizionato ti offre:

  • Buona qualità e resistenza

  • Componenti interni completamente sostituiti se sono danneggiati

  • Diversi test eseguiti per garantire il funzionamento totale del dispositivo

  • Igienizzazione e sanificazione

  • Un prezzo che può essere anche del 40% inferiore rispetto al modello nuovo

  • Garanzia di 1 anno

  • La possibilità di portarti a casa un Apple, senza avere budget troppo elevati

Perché l’Iphone 7?

Ma perché di tutti, proprio l’iPhone 7? Vediamo quali sono le sue caratteristiche e valuta se possono fare al caso tuo o preferisci vedere un modello leggermente superiore.

Usciti a settembre 2016, furono ritirati dal commercio tre anni dopo nello stesso mese. Sono stati inoltre i primi modelli a cui è stato rimosso il tasto fisico della Home per sostituirlo invece con quello virtuale, con la Taptic Engine per garantire una buona risposta tattile.

Si tratta del primo modello resiste ad acqua e polvere con certificazione IP 67 per lo standard IEC 60529. Inoltre ha una buona impermeabilità garantita fino a 1 metro di profondità per un massimo di 30 minuti. Nonostante questo però l’azienda non copre con la garanzia eventuali danni acquatici.

La fotocamera invece è 1 nella parte posteriore e da 12 MP. Possiede obiettivo a sei lenti e stabilizzatore d’immagine ottico. Quella anteriore è da 7 MP.

La batteria rappresenta sempre uno dei primi elementi da valutare. Considera che con il modello ricondizionato di solito mantiene una capacità dell’80%. In totale è di 1960 mAh con un’autonomia maggiore di due ore rispetto al modello precedente, con il quale ha un’altra differenza ed è quella di richiedere anche un amperaggio maggiore.

A livello estetico invece, questo telefono è particolarmente apprezzato per i suoi colori inediti che sono il matte black e il jet black sia in versione lucida che opaca. Ai quali si affiancano anche i colori più classici che sono l’oro, l’oro rosa e l’argento. Le dimensioni sono 13,83 x 6,71 x 0,71 e un peso di 138 grammi.

La capacità di archiviazione è buona. A oggi sono disponibili i tagli da 32, 128 e 256 GB. La RAM invece è da 2 GB.

Febbraio 28, 2021

Romanzi, avventure e giochi online: ecco alcune ispirazioni

Ci sono dei romanzi, dei periodi storici, dei personaggi leggendari che ispirano i creatori di giochi e abbiamo trovato un’interessante lista ispirata a storie di avventura, giallo e paura. Sono l’occasione per rileggere anche alcune trame o narrazione che ha ispirato i creatori nella versione digitale (maggiori informazioni su 7signs)

Il Codice da Vinci

Il Codice da Vinci è ispirato a numerose leggende e storie attorno alla Monna Lisa, la donna ritratta nel famoso quadro della Gioconda. È il quarto romanzo thriller di Dan Brown che lo scrive dopo Angeli e Demoni, la pubblicazione anche in Italia sarà nel corso del 2003. La storia è ambientata a Parigi, un curatore del Louvre dal nome Jacques Saunière viene ucciso da un monaco albino dell’Opus Dei.

Verrà interrogato sulla vicenda un professore e studioso di simbologia, Robert Langdon perché ritenuto il vero colpevole della morte. Gli sarà vicino la nipote, Sophie Neveu, e un altro studioso, Sir Leigh Teabing. Tutto il romanzo così come il film che diventerà un colossal molto apprezzato e discusso, sarà una ricerca di verità, leggende e risposte a misteri molto profondi. Da questo libro e dal suo film è stato tratto il gioco Da Vinci Codex.

La leggenda di Sparta

Sparta era una polis della Grecia Antica, influente, affermata e con un esercito molto potente. A Sparta c’erano anche condottieri molto forti e gladiatori come nell’antica Roma. Dalla sua storia, da personaggi anche politici influenti sono nate diverse leggende e di conseguenza numerosi film, romanzi e giochi come Spartans Legacy.

Spartaco è stato un gladiatore e condottiero trace, la sua storia viene ricordata per la terza guerra servile, schiavi che si ribellarono a Roma per la loro condizione di lavoro forzato e prigionia. Spartacus derivava forse da Sparadakos, vuol dire “famoso per la lancia” oppure era il nome di qualche sovrano famoso della Tracia, la regione di origine del condottiero il cui nome originario era diverso dal suo soprannome di forza.

Spartacus finì in schiavitù perché rifiutò di vivere e sopportare la crudeltà della milizia romana. I disertori venivano condannati ai lavori forzati. In schiavitù strinse diverse alleanze con altri ribelli e persone destinati a diversi lavori forzati finché non entro nella caserma della scuola gladiatoria che da una parte rafforzò le sue conoscenze dall’altra aumentò il numero di uomini al suo fianco in una battaglia che rimarrà raccontata e descritta da poeti e narratori romani. Spartacus per questo rimarrà leggenda.

Segreti e leggende di Londra

Essendo una città antica, grigia, composta da case minuscole e anche castelli e costruzioni importanti, Londra viene definita nei romanzi o nei film come posto di misteri e segreti. Soprattutto segreti e lo sa bene la famosa Scotland Yard che di questa città conosce vita, morte e miracoli insieme a Sherlock Holmes. In fondo, la Londra del passato è stato luogo di famosi serial killer e delitti. Di investigatori e romanzi ne sono stati scritti parecchi, tr i giochi nuovi proponiamo The Secrets of London.

Gennaio 9, 2021

Specialità e varianti del miglior gioco di carte in assoluto

“Il vero politico va istruito con gli scacchi e con il poker. I primi per la strategia della guerra, il secondo per la psicologia del bluff”, lo ha scritto Simone Nardone, giornalista.

“Il poker può essere considerato un tipo di guerra psicologica, una forma d’arte o un modo di vivere, ma è anche soltanto un gioco, il cui denaro è semplicemente il modo di tenere il punteggio”, lo ha scritto un personaggio noto di nome Anthony Holden.

Con queste due frasi iniziamo a raccontare il gioco di carte più amato o temuto del mondo, quello che per l’abilità che devi avere con l’avversario è riuscito a trasformarsi in uno sport con i suoi campionati nazionali e internazionali e anche delle squadre.

Quando i giocatori non vogliono o non possono andare o frequentare tavoli veri (sta succedendo in questi tempi di pandemia) si incontrano in queste piattaforme: pokertv.it

Il gioco del poker, le prime informazioni base

Il poker è un gioco importato negli Stati Uniti da navi francesi o europee dove alloggiavano persone mediorientali, forse persiane. Nei libri storici del gioco può essere trovato con il nome pocher, viene definito una “famiglia di giochi di carte” perché suddiviso in specialità e varianti, quindi delle tipologie diverse dello stesso.

Inoltre, gli esperti spiegano che alcune varianti sono classificabili come gioco d’azzardo, altre come poker sportivo dove ci si contende in tornei e corre verso un premio finale.

La terza variante che potremmo inserire è quella del poker online che comprende sia modalità sportiva che gioco ludico d’azzardo. Il poker online può essere inoltre elettronico o con tavolo live, modalità con cui si creano i tornei nel web uguali o simili a quelli tradizionali.

Cosa sono le specialità e le varianti

Come abbiamo detto il poker può essere giocato in diverse specialità e varianti. Per specialità si intende un gioco con le sue regole e schemi (definiti anche meccanica o dinamiche). Le varianti invece sono le diverse forme con cui una specialità può essere giocata.

Le specialità del poker sono tre, la prima è la community card poker, ne fanno parte il Texas Hold’em e l’Omaha. Ogni giocatore riceve un numero di carte coperte preciso, può utilizzare un numero di carte comuni per comporre il proprio numero.

Il secondo gruppo di specialità di poker si chiama Draw Poker, il classico delle cinque carte per ogni giocatore tutte coperte. I giocatori in questo caso possono cambiare una o più carte.

Concludiamo con il Stud Poker dove i giocatori ricevono una carta alla volta e alcune sono scoperte. Non ha la possibilità di cambiare le carte quindi il gioco è più difficile.

Ognuno di queste specialità ha delle regole e la possibilità di cambiarle, nella storia tutti queste tipologie di poker hanno creato della varianti nuove e ormai conosciute, in futuro potrebbero aumentare di numero qui però elenchiamo le principali. Ne abbiamo quattro: a limite fisso, limite al piatto, senza limiti e High-low split. Tutte girano alle modalità di scommessa e creazione del piatto che incide molto sulle regole e il divertimento del gioco.

Dicembre 7, 2020

Ibra, Kessie, Kjaer: la settimana dei fuoriclasse rossoneri

Milan e Juventus prima delle feste natalizie concludono accordi con giocatori vecchi e nuovi. Ecco notizie fresche su Ibra, Kessie e Ronaldo, più una nuovo arrivo per il Milan.

Il Milan si sta allenando per gli incontri con Sparta Praga, Parma, Genoa, Sassuolo e Lazio. Queste le partite fino al 23 dicembre (seguibili anche qui: toprally.it). L’anno nuovo inizierà con un primo incontro il 3 gennaio contro il Benevento in trasferta e poi, il 6 con la Juventus in casa. Ibrahimovic finalmente potrà seguire la squadra in queste giornate, finora si è solo allenato nei campi di Milanello, era stanco di non giocare si è letto più volte sia sui social, tra le interviste e riportato dai media nazionali.

Ibra non giocherà tutte le prossime partite, forse salterà la partita fuori casa contro il Praga, invece affronterà il Parma domenica sera. Mercoledì prossimo, ci sarà una nuova partita contro il Genoa, sarà una seconda prova importante per il capitano rosso nero.

Le qualità di Franck Kessie

Milan News ha dedicato un articolo su Franck Kessie, il sito rosso nero racconta che la nuova strategia di Stefano Pioli, 4-3-2-1, ha spinto tutti i giocatori a crescere.

Franck Kessie è il centrocampista più forte in assoluto, ha un ottimo rapporto sia con Ibrahimovi che con l’allenatore. Kessie è un giocatore che vuole rimanere nel Milan, il suo controatto potrebbe essere prolungato fino al 2024, sarà aumentato lo stipendio per merito.

Kessié è nato in Costa d’Avorio a Ouragahio nel 1996, partecipa alla nazionale ivoriana. E’ alto un 1,83 m e pesa 79 kg.Il suo soprannome è Il presidente. La sua carriera inizia nel 2020 con Stella Adjamé e prosegue nel 2015 prima con l’Atalanta e poi con il Cesena. Questa squadra la lascerà a causa di contrasti con l’allenatore, inizierà a giocare nel Milan nel 2017.

La difesa è tutto nel Milan: Simo Kjaer

Un altro giocatore che piace al Milan e che rinnoverà il contratto rosso nero è il danese Simon Kjaer. Senza difesa, centrocampisti e giocatori spronati a dare il meglio di sé, i rossoneri non sarebbero riusciti a sopravvivere all’assenza di Ibra. “Più che fondamentale direi che Kjaer è stato decisivo. Decisivo perché ha sistemato la fase difensiva assumendosi delle responsabilità a inizio azione. Alternava passaggi lunghi e corti, dava sempre senso di leadership, di carisma. Lo stesso Romagnoli ha giovato della presenza di Kjaer. È indubbio che dopo Ibrahimovic e Donnarumma il giocatore più importante del Milan è Kjae”.

Il nome completo di Simon Kjaer è Simon Thorup Kjær: classe 1989, compleanno il 26 marzo, città di nascita Horsens. Oltre ad essere difensore milanese è anche capitano della nazionale danese, nel 2009 è stato nominato calciatore danese dell’anno. Ha partecipanto ai mondiali del 2010, del 2018 all’Europeo del 2009. Peso 86 KG, altezza 191 cm. La sua carriera è iniziata nel 2004 con le giovanili nel Midtjylland. La prima squadra italiana dove ha giocato è il Palermo seguita dalla Roma. Prima di di entrare nel Milan quest’anno ha giocato nell’Atalanta (2019-2020).

Settembre 20, 2020

Messi e Suarez e il Barça: una foto in macchina

La foto scattata a Suarez insieme a Messi in automobile dimostra una grande amicizia che esiste fuori e dentro il campo. L’immagine circola in ore dove si parla dell’arrivo a Perugia, dei sogni di gloria della Juventus, del famoso accordo Milik Dzeko. Se il primo giocatore accetta il contratto della Roma di 5 milioni di euro, la Juve che puntava all’attaccante polacco, prenderà Dzeko. Il Mundo Deportivo invece dichiara che Suarez potrebbe restare nel Barcellona. La foto con Messi forse stimola solo la curiosità dei tifosi, potrebbe confermare il rumor di MD.

Il giornale spiega che ci sono delle motivazioni economiche che portano il giocatore a rinunciare all’ingaggio di Camp Nou. Suarez deve convincere l’allenatore Koeman che un suo progetto di squadra dove Messi è centrale. Il capitano sembra voglia aiutare l’amico Suarez, infatti sono arrivati insieme agli allenamenti. Oltre alla foto ci sono i video che mostrano l’arrivo insieme agli allenamenti.

Luis Suarez e tutte le ipotesi di un trasferimento importante

Luis Suarez oggi comunque è in Italia per un esame molto importante. Infatti, alle 13.15 l’attaccante sosterrà a Perugia il test di italiano livello B1. Otterrà così il passaporto comunitario che gli sarà utile anche per una permanenza di lungo periodo in Italia.

 

Un appuntamento così importante non può che essere collegato ad una conferma di Suarez alla Juventus. Peccato i tempi burocratici, infatti quando passato l’esame, il passaporto non verrà subito consegnato. La Juventus in queste ore ha da fare, deve preparare le partite di Serie A, deve concludere l’accordo sulla Roma per Edin Dzeko.

 

Mundo Deportivo forse ha indovinato solo il fatto che Suarez rimane in Spagna. Dal Barcelona infatti potrebbe essere richiesto dall’Atletico Madrid. Se non rimane in Spagna c’è una terza squadra europea, l’Ajax. L’Iter burocratico è comunque avviato, per quali progetti se la Juventus non ha avviato nessun accordo o contratto? Bolle qualcosa in pentola? Non lo sappiamo e ci troviamo difronte a queste possibilità.

 

  • Suarez rimane al Barcelona.
  • Rimane in Spagna ma va all’Atletico Madrid.
  • Viene preso dalla Juventus
  • Andrà in un’altra squadra europea.

 

Mundo Deportivo ha dichiarato che Suarez vuole rimanere comunque in Spagna, almeno per un anno, è famoso l’acquisto di una villa vicino ai campi di gioco. Accetterebbe un incarico nel Nord Europa?

Come procede l’accordo Juventus Roma?

La settimana 14 – 20 settembre è anche decisiva per Milik, Dzejo e Giroud. Milik ha ricevuto l’offerta di un contratto con l’AS Roma, il Napoli ha ottenuto per questo ingaggio ben cinque milioni di euro. L’attacante era voluto anche dalla Juventus, il Napoli ha preferito la squadra giallo rossa per convenienza economica ma anche ragioni legate alla rosa del giocatore.

Alla Juventus andrà Dzeko se Milik dirà di sì alla nuova squadra. Tra oggi e domani, ci sarà un incontro importante a Trigoria per un contratto ottimale, parteciperà insieme all’agente anche il padre di Milik. Invece Dzeko si prepara per il Verona, prima partita di Serie A (quote migliori 1bet Recensioni). Si sono già tenute le prime preparazioni fuori casa. Un rumor circola tra le notizie, sembra che Dzeko abbia detto a degli amici invitati a casa che se va via dalla Roma lo fa per vincere. Insomma, entrambi i giocatori protagonisti di un accordo importante tra Juventus e Roma, hanno manifestato la preferenza verso la maglia bianco nera. Tecnici ottimisti sull’accordo con Milik.

Aprile 9, 2020

Le migliori attrazioni turistiche di Roma

Mi ero recata nella capitale per fare un corso di cucina a Roma ed ho scoperto che Roma è da sempre una delle città più amate e visitate d’Italia. Vantando l’estensione territoriale più vasta d’Europa, diventa difficile poter visitare Roma in pochissimi giorni. Però, ci sono quei posti che il turista non può mancare di mettere in lista nel corso di una visita alla Città Eterna. La prima attrazione che richiama, più di tutte le altre, il maggior numero di visitatori è sicuramente il Colosseo. È il monumento simbolo di Roma e dell’Italia stessa. Iniziato da Vespasiano nel 72 d.c., venne inaugurato da suo figlio Tito nell’80 d.c. Poteva ospitare più di 50.000 spettatori, che assistevano ai combattimenti dei gladiatori o degli animali. È il più grande tra i monumenti Romani rimasti fino ad oggi. La visita del Colosseo va integrata con quella ai Fori Imperiali, situati in via Alessandrina. Il visitatore potrà farsi un’idea dello stile di vita, che caratterizzava la Roma antica. I fori infatti erano le piazze principali cittadine, dove sorgevano gli edifici pubblici, si faceva il mercato e si trattavano gli affari. Una visita al Foro Romano e al museo all’aperto del Palatino completeranno il tour nella parte antica della Capitale. Un’altra bellezza della Capitale che può essere annoverata tra le migliori attrazioni turistiche di Roma è San Pietro. La Piazza sorge nel posto in cui nel 324 l’imperatore Costantino fece erigere un santuario in onore di Pietro apostolo, che proprio lì venne crocifisso e sepolto. L’aspetto attuale si deve al progetto del Bramante, risalente al 1506. Alla sua costruzione parteciparono artisti come Raffaello, Antonio da San Gallo, Michelangelo. Gli interni, come il colonnato sono opera del Bernini. La Basilica è una delle più grandi chiese al mondo, con la Cupola, fiore all’occhiello dell’intera costruzione. Proprio nei pressi della Basilica, è possibile fare visita ad un’altra delle più belle attrazioni di Roma: i Musei Vaticani. Fra i più bei complessi museali al mondo, ospitano un’incredibile collezione di opere d’arte raccolte da diversi papi nel corso dei secoli. Per visitarli è possibile effettuare diversi itinerari, che terminano tutti con l’arrivo presso la Cappella Sistina. Gli edifici che ospitano i Musei Vaticani si estendono su un’area di 5,5 ettari. Tornando verso il centro, il visitatore non potrà non fare un salto alla Fontana di Trevi, altra attrazione turistica di Roma. Fontana in stile barocco e disegnata da Nicola Savi nel 1732, occupa quasi tutta la piccola piazza in cui è situata. Rappresenta il carro di Nettuno trainato da tritoni con cavalli marini (uno selvaggio e uno docile) che simboleggiano i diversi aspetti del mare. Tra le attrazioni turistiche a Roma e che, di certo, non possono mancare nel programma di un turista in visita nella Città Eterna, ci sono le piazze. Sono numerose, ma tra le più significative si possono annoverare: 1. Piazza Navona, luogo di ritrovo molto popolare e frequentato. Fu costruita sulle rovine di uno stadio risalente all’86 DC ed è circondata da palazzi barocchi. Al centro della piazza si trova la Fontana dei Quattro Fiumi, realizzata dal Bernini, che rappresenta il Nilo, il Gange, il Danubio e il Rio de la Plata; 2. Piazza di Spagna. Caratterizzata da uno stile barocco, fu edificata nel 1725. La Scalinata di Trinità dei Monti ha da sempre attirato turisti e viaggiatori e ancora oggi è un popolare luogo di incontro. La fontana a forma di barca (la Barcaccia) che si trova nella piazza è opera di Pietro Bernini e rappresenta una barca che affonda. 3. Piazza Venezia: Collegata al Colosseo tramite la monumentale via dei Fori Imperiali rappresenta il punto strategico del centro città. Ai suoi lati si trovano Palazzo Venezia, il primo grande edificio rinascimentale di Roma e il Vittoriano, monumento iniziato nel 1885 per celebrare l’unità d’Italia. Inaugurato nel 1911, è stato poi dedicato al milite ignoto. Infine, tra le migliori attrazioni turistiche di Roma non si possoni non menzionare i Musei Capitolini e Museo/Galleria Borghese. I Musei Capitolini contengono le sculture più antiche del mondo. Nati ad opera di papa Sisto IV nel 1471, vennero arricchiti dai papi successivi man mano che venivano riportate alla luce nuove statue. Museo/Galleria Borghese, invece, si trovano nel parco di Villa Borghese ed ospitano una delle più prestigiose collezioni di oggetti d’arte di Roma. Qui è possibile ammirare le opere di Caravaggio, Bernini, Botticelli, Raffaello e la statua del Canova che ritrae Paolina Borghese come Venere vincitrice. Insomma, in attesa di vedere le prossime conferenze a Roma non resta che studiare i luoghi da visitare per la prossima vacanza nella Capitale.

Agosto 31, 2017

Scommesse TOTO e risultato esatto FIFA

Il Toto è un gioco datato ma un sistema di scommessa contestuale ancora valido per puntare a montepremi elevati. Lo troviamo nella sua versione online su Melbet (clicca qui), un sito di origine russa che offre scommesse sportive e anche giochi di casinò. Per partecipare ai giochi dovete essere maggiorenni e iscrivervi, i passaggi sono semplici e brevi, dopodiché scegliere un metodo di pagamento per creare il conto di gioco e iniziare a scommettere. Melbet è un ottimo sito ricco di schede informative, troviamo li le note che spiegano la scommessa TOTO e sul famoso videogioco FIFA.

Come funzionano le scommesse TOTO: regole e montepremi

Il TOTO online non è diverso da quello cartaceo. Si tratta di un gioco in cui chi scommesse punta sulla vittoria in casa uguare a 1, la vittoria in trasferta uguale a 2, sul punteggio corretto finale di un certo numero di partite. Il numero di risultati da indovinare secondo lo schema sono almeno nove su 15. Da otto in giù si perde, da nove fino a 15 si entra nel montepremi suddiviso tra le diverse posizioni in percentuali.

Il montepremi viene raccolto grazie al Toto Pool, la somma monetaria che deriva dal contributo di tutti i giocatori che partecipano alla competizione. quando le partite sono finite il Toto Pool viene distribuito come vincite ai giocatori.

Il toto non viene giocato solo sul calcio, anche nel TOTO FIFA Melbet non fa riferimento ad uno sport preciso seppur dovrebbe essere sicuramente calcio.

Può capitare che una partita, un match o una gara venga annullato. Melbet propone diverse soluzioni e dei jackpot speciali nel caso del montepremi rimangano dei soldi fuori non consegnabili.

Note importanti sulle scommesse TOTO

  1. Nelle scommesse si spiega che eventi significa evento sportivo, nello specifico una partita.
  2. Il risultato è un possibile risultato di un evento sportivo, offerto dagli organizzatori del toto per il posizionamento della scommessa.
  3. Il totale delle scommesse è un elenco di 15 eventi con i suoi risultati. Viene compilato da un concorrente per fare scommesse.
  4. Uno scommettitore può selezionare i risultati dell’accumulatore per ogni evento aumentando la quantità di versioni di scommessa.
  5. Per vincere una partita di TOTO bisogna indovinare dai nove risultati su 15. Se indovinate otto risultate si perde la scommessa.
  6. La scommessa TOTO quindi diventa una combinazione dei risultati dell’evento su cui un concorrente punta.

Il montepremi del TOTO FIFA su Melbet

Nelle note così come nei banner pubblicitari, c’è la scritta TOTO FIFA. Dovrebbe riguardare sia il famoso videogioco di calcio vissuto nella dimensione esport o virtuals, qualsiasi sport che permette la creazione di una competizione scommesse TOTO. Infatti, la nota esplicativa di Melbet sulla FIFA inizia con la stessa definizione e anche le stesse percentuali sulla suddivisione del montepremi. Chi indovina dai nove ai 15 risultati esatti degli eventi TOTO può vincere queste percentuali.

  • 15 correttamente prevista – 10% del montepremi.
  • 14 previsti correttamente: il 10% del montepremi.
  • 13 previsti correttamente – 10% del montepremi.
  • 12 previsti correttamente – 10% del montepremi.
  • 11 previsti correttamente – 10% del montepremi.
  • 10 previsti correttamente – 18% del montepremi.
  • 9 previsti correttamente – 32% del montepremi.

Agosto 17, 2017

Ignite team e le stelle del domani

L’ obbiettivo di preparare i nuovi talenti della Nba

Anche durante questo secondo anno di esistenza, la missione degli Ignite non è cambiata. Con un nuovo coach, Jason Hart, 9 anni da pro’ e una lunga esperienza al college con Usc. la squadra si concentra nuovamente sul suo vero obbiettivo: far crescere il talento delle future stelle in Nba. Quelli che preferiscono una stagione ad imparare il mestiere con i veri professionisti piuttosto che rimanere parcheggiati al college.

Se cerchi bonus scommesse sportive vai su: https://www.1bet.eu.com/

Prima del successo, la crescita con i veri professionisti

Non sono i successi in campo ciò che mira la squadra. Ma dare l opportunità di un anno per talenti emergenti Nba di provare cosa significa vivere da professionisti, senza esserlo ancora. L anno scorso si è compiuto il primo passo vero verso quest obbiettivo ma le cose non sono andate come previste con l avvento del Covid, che ha ridotto la stagione di G-League ad un mese nella bolla a Disney World. I giovani prospetti guidati dal coach Brian Show hanno chiuso con 8 vittorie e 8 sconfitte nella bolla.I riflettori ora sono puntanti verso due giocatori scelti al Draft in particolare: Jaken Green (seconda chiamata di Houston) e Jhonatan Kuminga ( scelto alla numero 7 da Golden State). Abdur-Rahim ripone molta fiducia in loro e vuole continuare a supportarli. Per aiutare le squadre a vedere il potenziale nei nuovi talenti, li hanno fatti giocare con dei veri professionisti, rendendoli consapevoli dell ambiente che li circonda. Supporto costante anche nel corso della loro carriera avviata, questo vuole assicurare Abdur-Rahim alle nuove promesse.

Da liceali a veri impreditori di sè stessi

Dopo l evento del Covid che ha rallentato tutti i piani, per quest anno 2021-22 l Nba intende ripartire a pieno ritmo. Il coach Hart rimane fermo nella sua missione: aiutare i ragazzi a raggiungere il loro potenziale dando loro una base solida sulla quale lavorare. In particolare ora si intende lavorare su alcune stelle come Jaden Hardy, Michael Foster Jr, Scott Anderson e Dyson Daniels. L australiano Daniels viene dalla Nba Global Academy, una delle tante attività con cui l Association aiuta i giovani talenti. Ma come formare una nuova promessa del Nba? Prima di tutto occorre conoscerli a livello umano. Capire le loro potenzialità nascoste e come tirar fuori le loro migliori caratteristiche che li porteranno ad essere una chiamata alta al Draft. Abdur-Rahim afferma di volerli far crescere con dei veri professionisti, dei veterani che abbiano esperienza ma sopratutto voglia di insegnare. Aiutare i giovani a crescere è l’ unica vera missione della squadra. Trasformarli da semplici liceali a veri imprenditori di sè stessi. Il programma dello scorso anno, nonostante tutto, ha portato la squadra con due giocatori nelle prime 7 chiamate. Quest anno si prevede di procedere a pieno ritmo con partite e amichevoli per sviluppare le capacità dei nuovi prospetti. Diventare professionisti e rimanerlo. L obbiettivo degli Ignite prima di vincere è quello di diventare la strada migliore per sbarcare in Nba.

Luglio 30, 2017

Nba: ai Lakers Russell Westbrook!

Si è chiusa la trattativa e così il nove volte All Star Game formerà un meraviglioso trio con LeBron James e Anthony Davis. Una scelta del draft, Kuzma, Harrell, Caldwell-Pope ai Wizards. Parliamo di trattativa e di cessioni allora qui trovate maggiori informazioni online per scommettere.

Felicità per i tifosi dei Lakers la porta la Draft Night. Non si parla delle scelte del club californiano ma la trade che riesce ad offuscare le chiamate di Adam Silver. Impresa riuscita da parte della dirigenza dei Los Angeles. Ha regalato la terza stella a LeBron facendo arrivare il nove volte All Star Russell Westbrook nella città degli Angeli.

Nelle ultime tre stagioni il giocatore è, alla terza trade. Abbandona Washington e arriva a LA e con James e Davis formerà un trio invidiabile. Questa triade riuscirà a cambiare nella Western Conference gli equilibri.

Cessione da parte dei Wizards di Westbrook e di altre due seconde scelte future e ricezione di Kyle Kuzma, Montrezl Harrell, Kentavious Caldwell-Pope e Isaiah Jackson di Kentucky la 22° scelta del draft.

Decisione di Washington di scambiare con i Pacers Jackson e porta a casa Aaron Holiday e Isaiah Todd il 310 pick. Per i Lakers questo è stato un colpo ad effetto e si giocano tutto con il giocatore 32enne che nella precedente stagione aveva ottenuto 22.2 punti, 11.5 rimbalzi e 11.7 di media di assist.

Quali sono le conseguenze

Per la dirigenza di LA il colpo Westbrook è un successo. Sono in grado ora di effettuare un upgrade al roster anche se mancano dei veri asset. A parte Kuzma a livello di Salary Cup perdono anche la minima flessibilità.

A livello di importi, il trio Westbrook-James-Davis inciderà per 121 milioni sulla squadra californiana. Ora riuscire a completare il roster con qualità non sarà certo un’impresa facile per Rob Pelinka General Manager.

Per ripartire Washington pensa a Bradley Beal e vuole liberarsi di Westbrook e del suo pesantissimo contratto. In questo modo si potrà provare a rinnovare con asset diversi e con uno spazio salariale importante.

Nella capitale Kuzma potrebbe essere solo in transito perché i Wizard puntano gli occhi su Spencer Dinwiddie. Spencer potrebbe giungere con un “sign and trade” a Washington con i Nets. Questo porterebbe l’ex Lakers di Steve Nash a Brooklyn.

Ulteriori operazioni di mercato

In questa serata ci sono state anche altre operazioni di mercato. Sembra interessante la mossa dei Cavaliers che portano Ricky Rubio play dei Timberwolves a Cleveland e vendono in Minnesota una futura seconda scelta e Taurean Prince.

Aver acquisito lo spagnolo potrebbe avere come conseguenza l’intenzione dei Cavs di lasciare dal loro roster un pezzo pregiato. Parliamo del play Collin Sexton che vanta molti ammiratori tra i vari GM nell’Nba.

Anche Brooklyn si tiene attiva scambiando Landry Shamet con i Suns e prendendo Jevon Carter più la 29° scelta del draft.

Luglio 30, 2017

Draft Nba, prima scelta Cade Cunningham.

Ai Detroit Pistons si sposa la guardia di Oklahoma State University. Seconda e terza scelta Jalen Green e Evan Mobley. Il primo ai Rockets e il secondo ai Cavaliers. Parliamo di NBA e quindi di mercato della pallacanestro. Il sito bookmakers stranieri fa al caso vostro se volete scommette online.

“il ricordo della serata sarà quella di Cade Cunningham come prima scelta di Detroit e non lo scambio che ha portato ai Los Angeles Lakers Russell Westbrook. Sicuramente i Pistons torneranno grandi con me”.

Com’è Cunningham

Pensa in grande il texano Cunningham di 19 anni che è la prima scelta del Draft 2021. La scelta di farlo numero 1 è dovuta al fatto che in lui Detroit ha visto un Luka Doncic in veste yankee. Rappresenta una guardia alta che è in grado di segnare molto e di migliorare anche i suoi compagni.

Le pressioni non mettono pensiero al giocatore da Oklahoma State University. Veste in nero, molto elegante, gioca con Riley la figlia e si esprime con voce chiara.

Qualche mal pensante poteva immaginare che fosse schizzinoso nei confronti della città di Detroit che non è certo Versailles ma non è così. Sembra invece raccogliere la sfida e rilanciare la tradizione Pistons:

sono molto eccitato ad unirmi a un gruppo di giocatori di qualità. La pallacanestro nel periodo dei Bad Boys a Detroit si è basata su fisicità e forza ed ora torneremo tosti e vincenti”.

Parliamo della G League

Arrivate dall’Ignite Team due selezioni di Lotteria, si parla della squadra organizzata dalla NBA per poter sviluppare dei prospetti assoldati in sostituzione ai college.

Come da previsioni gli Houston Rockets in seconda chiamata hanno scelto Jalen Green un atleta superbo, guardia, un esecutore naturale ma con incognite in merito alla maturità.

Al Golden State in settima chiamata è arrivato Jonathan Kuminga, un’ala congolese, un atleta grande che deve essere plasmato per arrivare a giocatore di pallacanestro. Sia del primo che del secondo è stato valutato il potenziale intrigante.

Le sorprese che ci sono state

Scottie Barnes è stato scelto dal Toronto al posto di Jalen Suggs che è andato agli Orlando Magic. Il primo è una lunghissima ala da Florida State mentre il secondo un’esplosiva guardia da Gonzaga che alla quinta chiamata scala.

Si sta parlando di difensori eccellenti che in un Draft meno pomposo potevano essere prospetti top3. Altra stranezza è l’australiano Josh Giddey che da sesto assoluto arriva a Oklahoma City.

La scelta di San Antonio fa sgranare gli occhi anche se di Draft ne ho indovinati molti ma seleziona Joshua Primo con la 12. Parliamo di una guardia, anche se gli Spurs necessitavano di un lungo, che era programmata ai fine primo giro.